13 OTTOBRE 2014: L’ALLUVIONE CHE NON PENSAVI ARRIVASSE ANCHE A NOVI


Rieccomi dopo una lunga assenza!

Purtroppo questo nuovo post nel mio storico blog coincide con l’avvenimento che nessuno si aspettava di toccare con mano, almeno a Novi, e a due passi da casa. Parlo ovviamente dell’alluvione di lunedì scorso… e pensare che ritenevo Novi al sicuro almeno dall’acqua (la sicurezza per il terremoto era svanita la primavera 2003) perchè nessun fiume la attraversava o le scorreva vicino…

E invece zacchete c’è stata la frittata… non me la sento in questo momento ancora di emergenza con molte persone che sono alle prese con sgombero di scantinati o pulizie varie di accennare un minimo di polemica sulle cause scatenanti gli allagamenti che hanno caratterizzato Novi… oramai la frittata è caduta dalla padella e bisogna pulire. Encomiabili questo bisogna dirlo a gran voce i nostri “ragazzi del fango” che si sono prodigati e si stanno ancora oggi dando da fare per aiutare chi si deve risollevare… per non farci mancare nulla abbiamo anche l’acqua non ancora potabile ma permettetemi di dire che con quello che è successo è un male trascurabile!

Per fortuna in città i disastri sono nulla rispetto a quanto capitato a Gavi o Cassano… numerose le frane già scese o che minacciano strade o località… un pò di ponti ko e numerosi tratturi di campagna devastati. La furia dell’acqua è stata veramente apocalittica… ma si deve andare avanti e andremo avanti.

Io e i miei parenti per fortuna non abbiamo avuto ripercussioni, si lo so è un pensiero egoistico ma almeno posso concentrarmi per eventuali aiuti verso amici e conoscenti… fortuna vuole anche che a casa mia non esistono cantine perchè in zona dove abito in molti hanno avuto bisogno di pompe per togliere l’acqua e han dovuto buttare mobilio o effetti personali che l’acqua ha distrutto…

Ma si deve andare avanti e perciò già questo sabato approfittando delle solite due orette giro di perlustrazione per capire gli effetti del tifone (perchè così lo si deve chiamare) anche nei nostri boschi, dopo aver visto le foto di Gigi tempo che Montei sia un pochino massacrato. Vedremo!

Domenica gita sociale nel Parco del Beigua che è stato miracolosamente risparmiato da quanto ha flagellato Genova e il suo entroterra… vediamo se effettivamente tutto è a posto…

Ora vi lascio con una immagine che vuol rappresentare il vero spirito di noi novesi, ma che si può sicuramente estendere a tutta la bassa provincia di Alessandria:

Un abbraccio a tutti i miei amici che sono rimasti scottati da quel maledetto lunedì… voi siete più forti ricordatevelo!

Termino segnalando due gruppi Facebook molto attivi in questi giorni di CRISI:

IO LO SO CHE NON SONO SOLO ANCHE QUANDO SONO SOLO

“IL SETACIO” tutto su Novi Ligure

ps. passa ovviamente in secondo piano la gita semi-notturna di domenica in quel di Rivarossa e Costa Gavasa… zone miracolosamente illese dopo quanto successo. Certo un pò il sentiero 208 è stato scavato ma nulla di irreparabile (ringrazio Stefano M. per le preziose informazioni che mi ha passato!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...